Now Reading
Colesterolo e rimedi naturali

Colesterolo e rimedi naturali

Colesterolo cos’è?

Quali possono essere semplici passi da intraprendere da subito?

Ricette vegetali grazie a Sheila di VegParty

Primavera ed Estate facciamo il pieno di sole e vitamina D

Gli oli essenziali

 

 

Una sostanza morbida e cerea si trova nel sangue e in ogni cellula del nostro corpo, dove aiuta a produrre le membrane cellulari, gli ormoni, la vitamina D e gli acidi biliari che ci permettono di digerire i grassi. Il colesterolo ci supporta anche nella formazione della memoria ed è vitale per la funzione neurologica.

L’organismo non accumula il colesterolo sottocute bensì resta imprigionato nella circolazione sanguigna. Siccome il grasso non è una molecola idrosolubile, quindi non si scioglie se messo in un liquido, resta intrappolato nelle arterie e si attacca alle loro pareti, creando un ostacolo alla circolazione o, nel peggiore dei casi, un’ostruzione vera e propria. Questa situazione può portare problemi alle coronarie, nonché ad ictus e infarti.
Il fegato produce circa il 75% del colesterolo nel nostro corpo, e secondo la medicina convenzionale, ci sono due tipi di colesterolo:

Lipoproteine ad alta densità (HDL): il colesterolo buono, che funge da “spazzino” dei vasi sanguigni, poiché rimuove il colesterolo LDL dalle arterie e lo riporta al fegato, liberandole e permettendo al sangue di fluire normalmente.

Lipoproteine a bassa densità (LDL) detto colesterolo cattivo trasportato nel flusso sanguigno tende a depositarsi nelle pareti delle arterie, facilitando la formazione delle cosiddette “placche”. Le placche arteriosclerotiche limitano il passaggio del sangue nelle arterie, fino a bloccarlo del tutto. Va da sé che più le placche sono in eccesso, più lo stato fisico viene compromesso.

Nelle fasi iniziali, l’ipercolesterolemia è una condizione pressoché asintomatica, cioè non comporta vere e proprie manifestazioni indicative della sua presenza. Per accertarne la presenza è comunque sufficiente effettuare un semplice esame del sangue
Cosa rende il colesterolo alto un problema così diffuso?
La nostra salute è sempre più messa a dura prova dalle abitudini alimentari scorrette, dallo stress e da fattori familiari. È stato calcolato che l’eccesso di colesterolo sarebbe responsabile di circa 3,9 milioni di morti in tutto il mondo.
Hai notato che ogni qualvolta effettui una ricerca sui rimedi per la salute, in tutti i siti, in tutti gli articoli, scientifici compresi, ti consigliano una alimentazione sana, equilibrata e leggera, e di come ti viene consigliato anche di ridurre il peso, di fare attività e di praticare discipline calmanti della mente, oltre alle sani abitudini di vita?
Rivediamo insieme i benefici di una sana alimentazione
Un corretto stile alimentare contribuisce a costruire, rafforzare, mantenere il corpo e a fornire l’energia quotidiana indispensabile al buon funzionamento dell’organismo. Una giusta alimentazione è dunque determinante per uno sviluppo fisico sano a partire dalla fase prenatale.
La strategia per diminuire il colesterolo LDL, a vantaggio di quello HDL dovrebbe coinvolgere il tuo stile di vita in maniera ampia, insieme ad un’alimentazione sana ed uno stile di vita più attivo che aiuti a eliminare un eventuale sovrappeso, stimolando il metabolismo.

 

Quali possono essere semplici passi da intraprendere da subito?

iniziando a ridurre e magari anche eliminare
• derivati animali (pesce, gamberetti, Omega-3 ittici, sono nocivi per il cuore ad esempio). Gli unici Omega-3 capaci di sciogliere i grassi sono quelli delle mandorle, dei pinoli, delle noci e dei semini.
• lo zucchero (non quello della frutta ovviamente), in tutte le sue forme sintetiche.
• i dolciumi, le marmellate, le merendine, i gelati dolci e al latte, le gomme da masticare, le mentine, i biscotti, i cioccolatini, i succhi di frutta pastorizzati.
• Pasta, pizza e pane, preferendo in ogni caso quelli integrali
• sale da cucina, vino e aceto
In un processo di ossidazione, un elemento chimico (atomo) viene sottratto di elettroni. Tra gli agenti ossidanti troviamo l’ossigeno, il fluoro ed il cloro. Alcuni processi durante i quali avvengono reazioni di ossidazione sono la combustione, la corrosione e la respirazione. Motivo per cui nello yoga si da il doppio dell’importanza alla espirazione (attraverso il pranayama), che rappresenta il lasciare andare, l’espulsione e la disintossicazione mentale e fisica. In condizioni di rilassamento il metabolismo diminuisce e conseguentemente si riduce la richiesta di ossigeno da parte di tutti i tessuti; per l’organismo non ha più senso mantenere il solito ritmo respiratorio: dunque cala la frequenza respiratoria, soprattutto si accorciano gli inspiri a favore degli espiri.

Le buone abitudini, oltre all’attività ed il respiro, contempleranno
• due porzioni di verdura al giorno, anche cruda o con cottura al vapore che permetta di conservarne nutrienti e proprietà ed utilizzare pochi condimenti, come olio extravergine di oliva e spezie.
• frutta (soprattutto le mele poiché contengono al pectina) acquosa e da guscio, semi, germogli, legumi, cereali integrali, tutte le crucifere, carciofi, zenzero, curcuma, tè verde.
• il vino appena pigiato, ovvero il mosto, ed anche il succo d’uva a breve conservazione sono ottimi.
• Riso rosso fermentato (monacoline ad azione ipocolesterolemizzante)
• Pectina di soja (lega i grassi trasportandoli negli organi di secrezione)
• Consumare regolarmente i legumi idealmente, almeno tre volte a settimana.

Le droghe più efficaci contro l’ipercolesterolemia sono i cibi giusti, ricchi di fibre, enzimi e minerali che ripuliscono il sangue dalle scorie, disintossicando e anti ossidando.

 

Ricette vegetali grazie a Sheila di VegParty

Mousse di cioccolato e avocado
Far sciogliere il cioccolato fondente in poco latte vegetale
Frullare in seguito 1 avocado, 4 cucchiai di panna di cocco, 1 buccia di arancia, 3 cucchiai di sciroppo di agave, pepe di caienna, sale rosa e il cioccolato fuso
Lasciare un paio di ore in frigo

 

Tagliere con una mandolina alla barbabietola cruda
Disporre in un piatto di portata e marinare con olio di oliva, succo di limone, salsa di soia almeno per 2 ore, a scelta condisci a piacere, ad esempio scaglie di mandarle e rucola, aiutano contro il colesterolo cattivo, nonché insalata e pane integrale.

 

 

Primavera ed Estate facciamo il pieno di sole e vitamina D:

Approfittiamo della primavera che abbiamo alle porte per delle passeggiate. In questa stagione abbiamo a disposizione il l tarassaco (dente di leone). Il quale contiene inositolo, un componente che abbassa il colesterolo alto e previene i suoi effetti negativi nelle arterie. Lo possiamo raccogliere nei campi incolti, effettuando salutari passeggiate, e aggiungendolo alle nostre insalate quotidiane.
Un ampio studio trasversale, dei risultati dei test di laboratorio, confermano precedenti studi i quali mostrano un’associazione tra concentrazioni sieriche di Vitamina D e i livelli di lipidi. I pazienti con deficit di vitamina D avevano livelli significativamente più elevati di colesterolo LDL, con elevati livelli di trigliceridi, e bassi livelli di colesterolo HDL rispetto agli individui non carenti di vitamina D.

Vediamo come gli oli essenziali possono rivelarsi preziosi alleati per la nostra salute:

 

L’olio essenziale di citronella contiene composti terpenoidi come geraniolo e citral che diminuiscono i livelli di colesterolo. Questi composti inibiscono la produzione di acido mevalonico, un intermediario nella produzione di colesterolo, obiettivo di molti farmaci per abbassare il colesterolo.
In un roll on 5ml metti gocce di citronella o lemongrass con olio di cocco frazionato, o altri oli vettori, e massaggiare quotidianamente su stomaco e piante dei piedi.
Metti 3 gocce di lemongrass o citronella in una capsula vegetale con l’aggiunta di qualche goccia di olio EVO e ingeriscine 2 volte al giorno ai pasti.

 

See Also

Dell’olio essenziale di lavanda conosciamo bene gli innumerevoli benefici: calmante, rilassante, lenitiva, aiuta contro le punture delle zanzare e i morsi degli insetti, problemi con la pelle e molto altro. Sicuramente un olio essenziale da avere sempre a portata di mano in caso così come fuori. Lavora e stimola particolarmente il sistema nervoso parasimpatico, favorendo una profonda respirazione, con lunghi espiri, per un buon equilibrio psico fisico. Certamente è indicata per iniziare una pratica di yoga, di meditazione o anche solo una tecnica di respirazione.
Applicalo diluito topicamente sulla zona da trattare, e nei punti riflessi. Metti 1-2 gocce in una capsula con olio di oliva all’occorrenza, diffondilo in camera da letto, strofinalo sul cuscino e nei palmi delle mani, effettuando diversi e profondi respiri, favorendo una calma fisica e mentale in pochi respiri. In questo momento, mentre leggi la parola “respiro” sei automaticamente divenuta consapevole del tuo respiro e si è modificato, così anche la tua mente ha rallentato?

 

L’olio essenziale di salvia sclarea viene spesso consigliato per prevenire la formazione di colesterolo “cattivo”, i crampi, stress emotivo, trattandosi di un equilibrante del sistema ormonale, e diviene così anche un ottimo rimedio naturale per sostenere il ciclo lunare delle donne.
Applicalo diluito topicamente sulla zona da trattare, e nei punti riflessi, nonché 1-2 gocce in una caspula con olio di oliva da ingerire.

 

L’olio essenziale di elicrisio, con una aroma tutto suo e particolare, un fiore protetto in Corsica, funge da ottimo depuratore, anticoagulante, antiossidante, stimolante del pancreas e pertanto un disintossicante. Nonostante il prezzo possa sembrare elevato è uno degli oli da tenere sempre in casa, anche per le emorroidi, le vene varicose, gli ematomi e gli eczemi.
Applicalo diluito topicamente sulla zona da trattare, e nei punti riflessi. Metti 1-2 gocce in una caspula con olio di oliva, oppure direttamente sotto la lingua.

L’olio essenziale di aneto calma il sistema nervoso autonomo, e ben si combina con la camomilla per calmare, indicato anche per i bimbi iperattivi, riduce i livelli glicemici, elimina le tosse e favorisce il latte materno.
Applicalo diluito topicamente sulla zona da trattare, e nei punti riflessi.
Metti 1-2 gocce in una caspula con olio di oliva. Utile come aroma in cucina.
Una goccia sui polsi può aiutare a contenere l’eccessivo desiderio di dolci.

 

L’olio essenziale di ginepro è un buon depuratore, detergente e disintossicante. Supporta il fegato, i reni e la vescica, favorendo l’espulsione delle tossine, a favore di un organismo più funzionale. Può aiutare in caso di depressione, eczemi, dermatiti, in caso di obesità e emorroidi. Può essere un valido aiuto contro gli incubi notturni, per i quali consiglio di rivedere soprattutto l’alimentazione, con pasti serali leggeri.
Applicalo diluito topicamente sulla zona da trattare, e nei punti riflessi. Metti 1-2 gocce in una caspula con olio di oliva, oppure direttamente sotto la lingua.

Ti informo volentieri che presto, probabilmente già a partire da marzo, a grande richiesta dei miei clienti, creerò una piattaforma sul mio sito dedicata alle lezioni on line in registrata con abbonamento, sui temi: yoga, meditazione, alimentazione e oli essenziali.

Contattami se sei interessata a ritrovare questi saggi insegnamenti e approfondire i benefici di questi meravigliosi ed efficaci rimedi naturali, fatti anche su misura per te o per la tua famiglia o per persone che conosci, e vieni a scoprire come integrarli nel tuo benessere quotidiano.

Entra a far parte del mio team come consulente e riceverai validi aiuti sull’utilizzo ottimale dei prodotti, oppure puoi decidere di diventare consulente e cliente fedele per avere ulteriori benefici e sconti, come ad esempio un prodotto al mese gratuito.

Ti aspetto per darti tutte le delucidazioni possibili e valutare insieme quale possa essere il percorso fatto su misura per te, che ovviamente potrà cambiare con il tempo.

Lasciami i suoi commenti.

Namastè
Karuna

What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top